Guida LinkedIn Per Social Media Manager

Stefano Pisoni

Stefano Pisoni

Digital Strategist & Growth Hacker

Guida LinkedIn Per Social Media Manager
Guida LinkedIn Per Social Media Manager

Nei capitoli precedenti della Guida LinkedIn per Social Media Manager, ti ho parlato dell’importanza di farsi trovare sulla piattaforma, come supportare un’azienda o un professionista per crescere su LinkedIn e come raccontare il proprio brand agli utenti in target con i tuoi obiettivi di business.

Se non hai letto i capitoli precedenti, ti consiglio la lettura:

Guida a LinkedIn per Social Media Manager – Parte 1

Guida a LinkedIn per Social Media Manager – Parte 2

Guida a LinkedIn per Social Media Manager  – Parte 3

In questa quarta parte della guida, ti spiego come costruire una comunicazione che ti permette di raggiungere davvero il pubblico interessato a ciò che fai. 

Come parlare al tuo pubblico target su LinkedIn, soprattutto se sei un SMM e gestisci la comunicazione per un brand o una azienda.

LinkedIn è il social network ideale per alimentare e costruire una forte presenza sociale in maniera organica.

Ma come è possibile arrivare al proprio target su LinkedIn?

Qual è il processo necessario alla creazione di una platea autentica e interessata a ciò che abbiamo da dire o possiamo offrire?

  1. Stabilisci degli obiettivi di coinvolgimento

Dopo aver sviluppato la roadmap dei contenuti, devi identificare ciò che stai cercando di ottenere con la tua pagina LinkedIn o con il tuo profilo professionale.

Solo in questo modo puoi arrivare a offrire il contenuto giusto da pubblicare. 

E puoi monitorare l’impatto nel tempo per assicurarti che la tua strategia di comunicazione stia davvero raggiungendo le persone che ti interessano.

Se gestisci una pagina aziendale LinkedIn, imposta un obiettivo per il coinvolgimento e quindi monitora i tuoi progressi nel tempo utilizzando la tua sezione Analytics.

  1. Fornisci valore al tuo pubblico

Te ne ho parlato nei capitoli precedenti e anche nel mio post dedicato alla LinkedIn Content Strategy: cosa rende una strategia di contenuto, davvero di successo?

Uno scambio di valore che coinvolge il tuo network su LinkedIn! 

In altre parole, se vuoi e ti aspetti che i membri di LinkedIn si impegnino con il tuo brand o la tua azienda, devi aggiungere valore fornendo contenuti utili e stimolanti.

Fallo mantenendo una iper-concentrazione su ciò che conta di più per il tuo pubblico.

  1. Mantieni una cadenza di pubblicazione costante

Secondo rilevazioni statistiche LinkedIn, si ottiene un maggiore coinvolgimento pubblicando sulla tua pagina LinkedIn almeno una volta al giorno.

Mantenere una frequenza di pubblicazione simile potrebbe non essere facile, soprattutto per un piano editoriale molto complicato.

Tuttavia devi sapere che ogni pubblico è diverso e non tutti i target hanno bisogno di essere stimolati con la stessa frequenza.

Perciò anche i tempi con i quali i tuoi utenti su LinkedIn consumano nuovi contenuti, saranno diversi e specifici per ogni segmento o categoria.

Ad ogni modo, è sempre preferibile pubblicare un post o un aggiornamento al mattino, quando di solito si ha il massimo coinvolgimento.

Solo dopo l’orario di lavoro si verifica un nuovo un leggero aumento di copertura.

Sperimenta per vedere cosa funziona meglio per la tua azienda.

  1. Attira l’attenzione con formati accattivanti

Il tuo post catturerà l’attenzione se pubblichi contenuti multimediali, come video, immagini, caroselli PDF o infografiche.

Se ci pensi, il video trasforma rapidamente la tua pagina LinkedIn da statica a dinamica.

Una ricerca LinkedIn ha rilevato che gli utenti hanno una probabilità 20 volte maggiore di condividere un video su LinkedIn rispetto a qualsiasi altro tipo di post.

Dovresti considerare la possibilità di pubblicare video nativi (o quelli che si definiscono social video) inserendo le didascalie sulla tua pagina LinkedIn.

Questo non solo attira l’attenzione del tuo pubblico, ma aumenta le possibilità di ampliare la portata organica del tuo post. 

Considera la possibilità di pubblicare documenti testuali Word, PDF e PPT.

Aziende come Netflix e HubSpot sfruttano questi tipi di format per condividere le loro best practices o i casi di successo.

In genere questo è un ottimo modo per sbirciare dietro le quinte di grandi corporate e multinazionali.

Guida LinkedIn Per Social Media Manager: Come creare contenuti professionali per LinkedIn

  1. Procurati l’attrezzatura giusta: videocamera, treppiede, microfono e illuminazione (se non sai da dove partire, qui trovi 2 guide gratuite)
  2. Realizza un video incentrato su una singola idea o argomento e in linea con i tuoi obiettivi
  3. Modifica la durata del tuo video e aggiungi un invito all’azione
  4. Pubblica il tuo video su LinkedIn
  1. Fai un mix dei tuoi contenuti LinkedIn 

Lascia che ti spieghi la regola del 4-1-1: per ogni contenuto della tua azienda o del tuo brand che pubblichi, condividi un aggiornamento da un’altra fonte e quattro contenuti pubblicati da altri utenti o pagine che fanno parte del tuo network. 

Questa regola aiuta a mantenere il tuo feed centrato sulle esigenze del tuo pubblico, piuttosto che renderlo semplicemente un luogo in cui la tua azienda parla costantemente di sé.

Il sogno di ogni Social Media Manager è quello di alimentare il feed con nuovi contenuti sempre freschi. Ma non è necessario creare nuovi contenuti da zero ogni giorno.

Ecco invece cosa puoi fare. 

Condividi la storia del tuo brand proponendo infografiche, blog post, video, link a eventi, eBook e webinar.

Puoi ricondividere i tuoi contenuti top performing. In questo modo, chiunque tra il tuo pubblico se lo sia perso la prima volta, abbia una seconda possibilità di vederlo o leggerlo.

  1. Rispondi sempre ai commenti

Resta fedele alla parte “sociale” di LinkedIn, incoraggiando il tuo network a interagire con i tuoi post. Scrivi delle domande e rispondi ai commenti di chi partecipa. Imposta il giusto tono di voce alla tua comunicazione.

Mostrati simpatico, caloroso e amichevole e vedrai quanto sarà più semplice entrare in contatto con il tuo pubblico. Poniti l’obiettivo di impegnarti veramente in una conversazione bidirezionale. Evita di monopolizzare un’interazione per trasmettere unicamente il messaggio del brand. 

Capisco che un SMM si trovi spesso a dover osservare rigidamente le linee guida dettate dall’azienda sui social. Ma approfondisci ogni opportunità per aggiungere un tocco personale alle tue interazioni. Sia che si tratti di fare riferimento alla persona – magari chiamandola per nome – o di aggiungere emoji o GIF ai tuoi commenti. Proponi sempre uno stile meno abbottonato e più personale, pur restando professionale.

  1. Sfrutta gli hashtag

Sui social network, gli hashtag aiutano le persone a trovare argomenti e contenuti di interesse. In particolare su LinkedIn, gli hashtag permettono agli utenti di approfondire determinati argomenti facendo clic sui collegamenti hashtag e trovare così post simili.

Perché è così importante l’utilizzo degli hashtag nei tuoi post su LinkedIn? 

  1. Aiuta i membri a scoprire e partecipare a conversazioni pertinenti 
  2. Ti aiuta a categorizzare meglio il tuo post e posizionarti nelle conversazioni di tendenza 

Indirizza ogni aggiornamento della tua pagina aziendale LinkedIn al pubblico più pertinente creando un feed personalizzato grazie all’uso degli hashtag. Puoi anche “taggare”, ovvero menzionare altri membri LinkedIn che sono accomunati da un tuo aggiornamento o coinvolti in un contenuto che condividi, così da ottenere visibilità anche nel loro network di contatti. 

Ti basta digitare “@” per far apparire un elenco che ti permette di scegliere e selezionare la persona che vuoi menzionare sul tuo post.

Includi una Call to Action

Una volta che hai catturato l’attenzione del tuo pubblico, devi sfruttare al massimo questa opportunità. Ricordi gli obiettivi che hai definito nella tua content strategy? 

Bene, sia che il tuo scopo sia quello di generare download, lead o nuovi acquisti, approfitta sempre dell’engagement sul pubblico, incoraggiandolo ad agire con una CTA

Una pagina aziendale LinkedIn con CTA, può aumentare il coinvolgimento dei follower fino al 45% rispetto a quelle senza CTA. Assicurati di sfruttare l’opportunità di personalizzare le tue Call to Action utilizzando tutte le opzioni messe a disposizione dalla piattaforma (ad esempio, invitare gli utenti a registrarsi per un evento, contattare direttamente la tua azienda ecc.).

Approfondisci gli Insight della pagina LinkedIn

Come social media manager, puoi promuovere la brand awareness della tua azienda, costruendo relazioni con il pubblico giusto e interagendo con loro grazie a contenuti pertinenti e messaggi personalizzati. 

Ma non saprai mai come generare risultati per la tua attività se non conosci davvero chi vuoi coinvolgere e quali contenuti stimolano la sua attenzione. È qui che entrano in gioco i dati e le informazioni contenuti sulla pagina aziendale LinkedIn.

Nella sezione Analytics, puoi vedere le metriche di coinvolgimento mensili per tutti i tuoi post singolarmente e collettivamente. Mostrando anche separatamente gli aggiornamenti, la copertura e il coinvolgimento. 

Queste analisi integrate nella tua pagina LinkedIn mostrano chi apprezza i tuoi post e i tuoi aggiornamenti. In questo modo puoi concentrarti sul perfezionamento dei tuoi contenuti più interessanti. 

Puoi ricevere in maniera indiretta suggerimenti sui contenuti, misurare la popolarità e il livello di interazione di ogni post e determinare quale contenuto programmare sul tuo calendario editoriale. 

Se aggiungi un codice di monitoraggio ai link dei tuoi post (ti consiglio di usare JotUrl) puoi persino vedere quale tipo di traffico stai indirizzando al sito web della tua azienda grazie agli aggiornamenti della tua pagina LinkedIn.

Per questo capitolo della Guida LinkedIn per Social Media Manager è tutto.

A presto,

Stefano

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Linkedin Advanced

Trova nuovi Clienti e incrementa le vendite dei tuoi servizi grazie a LinkedIn!