Growth Hackers Tools: 5(+1) Strumenti Per Iniziare Subito

Stefano Pisoni

Stefano Pisoni

Digital Strategist & Growth Hacker

growth hackers tools

Una pratica lista di tools e hacks per growth hackers, inizia ora ed ottieni i primi risultati!

Qui di seguito trovi una lista di strumenti (e relative applicazioni) che i Growth Hackers di tutto il mondo utilizzano per generare leads e acquisire velocemente utenti e popolarità, vediamoli insieme:

6. Manychat (Facebook)

Il chatbot più famoso in circolazione, facilissimo da settare e molto economico.

Permette di avere risultati incredibili e sottoscrivere gli utenti, come per le email.

Il tasso di apertura dei messaggi inviati via Chatbot spesso è superiore al 97%, quindi..let’s do it!

***GROWTH HACK

  • Organizza un contest/giveaway
  • Proponi un premio incredibile e Sponsorizza il post su Facebook
  • Utilizza uno di questi 2 Growth Tool di Manychat: “Comment Growth” o “Messenger Ref URL” e inserisci il link nel primo commento
  • Fai iscrivere gli utenti alla sequenza informandoli (fallo sempre, non dimenticare il GDPR)
  • Vai virale!

***Come andare virale (FRIENDS TAGGING)

  1. Dopo che l’utente avrà commentato il post o cliccato il link, con il primo messaggio di Manychat dovrai chiedere la conferma a voler partecipare al contest/giveaway per farlo diventare un “subscriber”
  2. Imposta una risposta simpatica, usa una GIF e il typing delay per sembrare più umano possibile
  3. Invita gli utenti a commentare taggando i loro amici (2 o 3), inserendo un pulsante che riporta al post nell’ultimo messaggio che invii via chatbot (questo facilità la partecipazione ai tuoi utenti).
  4. Sponsorizza il post su 2 audience, una “hot” di utenti che hanno interagito con la tua pagina e una su un’utenza “cold” segmentata con interessi (LAL se hai dati sufficienti)
  5. Runner Up strategy, invia un COUPON sconto a chi non ha vinto.

EXTRA Questo è un esempio di tool con cui potrai fare l’estrazione del vincitore, riprendi l’estrazione con Loom e poi inserisci il video nei commenti (https://primaryschoolict.com/random-name-selector/)

5. FindThatLead (Email)

Il tool numero n°1 per trovare le mail dei tuoi futuri Clienti!
Un vero strumento per Growth Hackers!

Con questo plug-in, puoi loggarti su LinkedIn e avere le email e i dettagli di qualsiasi utente, anche se non è una tua connessione di primo livello!

Come ottenere il massimo da FindThatLead?

  • Definisci la tua nicchia
  • Utilizza i criteri di targeting in FindThatLead
  • Tre clic nel Prospector e avrai in pochi minuti una lunga lista di contatti
  • Clicca su “Genera email” e rilassati.

Cosa puoi fare ora?

  • Cold Emailing (sì, anche FindThatLead ha una funzione beta che ti permette di farlo, ma ricorda, come Gerard Compte dice sempre “Invia e-mail con amore!”)
  • Importali su Facebook per creare un pubblico personalizzato
  • Usa la connessione automatica di Phantombuster e invia loro una richiesta di connessione con una nota personalizzata su LinkedIn.

Find That Lead è comodissimo e ha anche un piano free, le applicazioni sono infinite, ti basta pensare “Out of the Box!”

4. MeetAlfred (LinkedIn)

Cos’è MeetAlfred?

È un tool che ti permette di automatizzare tanti processi su LinkedIn.

Questo tipo di automazioni mi hanno aiutato a creare una rete di contatti molto profilata, ideale per costruire un network di persone influenti che avrebbero supportato il lancio del nostro prodotto su Product Hunt.

Mi sono servito di questa strategia per questo preciso motivo, ma la sto già replicando con un mio Cliente per costruire un suo network di contatti e sta funzionando molto bene (..ma di questo ne parliamo un’altra volta )

È una strategia base, volendo si può essere più tecnici e probabilmente avere risultati ancora migliori, ma quando l’ho utilizzata prima di lanciare su Product Hunt mi son dovuto attenere alle basi per motivi di tempo (poco) e cose da fare (tante).

➡️ Cosa ti serve?

– User persona

Le caratteristiche degli utenti che vuoi contattare, se n’è già parlato molto online, nei vari gruppi come Facebook Advanced e Funnel Secrets quindi non mi dilungo molto.

Ad esempio io nel caso specifico ho cercato per keywords “Digital Marketing”, “Marketing Manager”, “CMO”, “Growth Hackers”, “Product Hunt” in Usa e India, due paesi con molti iscritti a Product Hunt.

– Copywriting

Prepara almeno un paio di messaggi di “Primo contatto” e un paio di ringraziamento per aver accettato la tua richiesta.

Non venderti, presentati in maniera educata ma informale, parla della persona a cui stai scrivendo (ma non essere troppo specifico, tra poco capirai il perché 😉), non essere troppo prolisso e scrivi in un modo che catturi l’attenzione.

– Un tool di automazione

Ce ne sono diversi, ti basta cercare online.

Io consiglio MeetAlfred per chi è alle prime armi, ma solo perché ho trovato un Lifetime Deal online (ti consiglio di seguire le pagine AppSumo e SifteryDeals per sfruttare sempre queste promozioni)

Cerca online e scegli quello che ti ispira di più, ognuno ha funzioni leggermente diverse.

– Buonsenso

Si, hai letto bene.

LinkedIn non è Instagram.

Non diventare spammoso, cerca di crearti un piccolo network selezionato e inerente il tuo mondo.

Basta un contatto giusto su LinkedIn per svoltarti la carriera.

PRONTO? INIZIAMO

Ora che hai tutto quello che ti serve, la procedura è semplice.

Cerchi gli utenti che che ti interessano inserendo nella barra di ricerca di LinkedIn le keywords che hai selezionato.

Inserisci il messaggio che hai preparato nell’automatismo e lui manderà il messaggio agli utenti che hai selezionato su LinkedIn.

(capito perché non devi personalizzarlo troppo?)

Consigli:

– Personalizza il messaggio (sicuramente il nome, molto consigliato anche il campo “azienda”, ma devi inserirlo in maniera efficace nel tuo messaggio di approccio)

– Rileggi, rileggi e rileggi ancora il tuo messaggio, io ho fatto una gaffe non indifferente al mio primo invio…

– Testa un primo invio con un amico/conoscente, così se avrai commesso qualche errore potrai accorgertene in anticipo.

– L’automatismo ti permette anche di visitare i profili e taggarli, nella mia esperienza la strategia che funzionava meglio è stata:

LUN– Visita al profilo

MER– Richiesta di contatto

1h DOPO L’ACCETTAZIONE DELLA RICHIESTA – Messaggio di ringraziamento

– Io non ho utilizzato il Sales Navigator, quindi non ho mai visitato più di 50 profili al gg e mai effettuato più di 40 richieste di contatto, trovi i limiti di LinkedIn sul sito, NON SFORARLI.

– Se avessi utilizzato il Sales Navigator avrei anche potuto segmentare ulteriormente i miei utenti target, ma non avevo budget da dedicare a questo ed ero abbastanza sicuro avrei comunque ottenuto buoni risultati.

NB Se hai fatto bene il tuo lavoro, selezionando bene i contatti e mandando messaggi originali e interessanti, avrai almeno una decina di contatti in più ad ogni invio (ma ho raddoppiato facilmente questo numero testando diversi copy).

È FINITA QUI?

Assolutamente no, adesso è importante che coltivi le relazioni con i tuoi nuovi contatti.

Come?

Mi dispiace, gli automatismi sono finiti, ora ti tocca giocartela live!

Raccontati, fai domande interessanti, spiega come potresti essere utile alla persona con cui stai parlando e interagisci con i suoi contenuti.

E sopratutto, pubblica contenuti interessanti tutti i giorni.

Anche MeetAlfred propone un piano FREE, puoi trovarlo qui!

3. PhantomBuster

Ci sarebbe tantissimo da dire su PhantomBuster, probabilmente il tool definitivo di scraping e automazione!
Di una cosa non c’è dubbio, la quasi totalità dei Growth Hackers di tutto il mondo sanno come utilizzare questo strumento.

Dico solo una cosa a riguardo, non spaventarti per via delle loro “API”, è solo un modo di chiamarle, in realtà ogni funziona contiene una breve guida su come configurarla e sfruttarla al meglio.

Potrei quasi dire che ogni “API” è un Hack a se quindi, non voglio rovinarti la sorpresa, vai a scoprirlo!

2. ViralLoops

Il claim di Viral Loops dice tutto “Referrals Made Easy for Everyone”

Il modo più semplice per sfruttare il potere della campagne referral.

Template già pronti, ispirati dai Referral Program creati dai Growth Hackers di aziende come Dropbox, Airbnb and Mailchimp.

La strategia da attuare è simile a quella spiegata nel primo hack con Manychat.

  1. Stabilisci dei premi al raggiungimento di una Milestone
  2. Fai si che ogni True Fan supporti il tuo referral program e venga premiato
  3. Guarda la tua attività crescere.

Se ancora non hai provato ad utilizzare un Referral Program per la tua attività, è giunto il momento di farlo!

1. JotURL

Potevo non inserire JotURL nella lista dei migliori tool per Growth Hackers?

Ho diversi “Hacks” da spiegarti ma prima… cos’è JotURL?

JotURL è un tool che ti permette di ottenere il massimo da ogni tuo link.

Se sei un Growth Hacker, JotURL è uno strumento fantastico che ti permette con ogni link di:

  • aggiungere fino a 5 pixel di remarketing
  • aggiungere una Call to Action (anche su contenuti NON TUOI!)
  • abilitare il Deep link in app con 2 semplici click (addio odioso browser!)
  • fare A/B testing
  • sapere quante conversioni/click sta generando un tracking link
  • temporizzare un link

..e tanto altro!

Vediamo insieme 3 “Hacks” che puoi mettere subito in pratica con JotURL.

[COME MONETIZZARE con CONTENUTI CREATI DA ALTRI e CRESCERE LE TUE CUSTOM AUDIENCES in 5 MINUTI]

1) Seleziona contenuti rilevanti per la tua audience (es. blog post, interviste)

2) Traccia il link del contenuto e aggiungi una CTA con JotURL

3) Nella destinazione della CTA inserisci il link del tuo sito/gruppo FB, aggiungendoci tutti i pixel che ti possono servire (FB, Google, etc)

***COME USARE QUESTO HACK?

– Pubblica il link all’articolo nei gruppi Facebook, sui tuoi canali social, nei forum della tua nicchia

– Cold-emailing del tipo “Potresti essere interessato a questa news/articolo”

Anche qui, le possibilità sono infinite, ti basta pensare “out of the box”!

TEST ➡️ http://jo.my/cta_hack

[IL MODO PIÙ SEMPLICE PER POTENZIARE LE CONVERSIONI DI INSTAGRAM]

Stai sfruttando al massimo il tuo canale Instagram?

Come massimizzare i followers, le visualizzazioni e il coinvolgimento di tutti i tuoi canali evitando quel fastidioso accesso su Instagram dal browser?

È facile.

Utilizza i link di JotURL in tutti i tuoi canali di marketing, inclusi Ads, e-mail, social e display Adv.

Devi solo ricordarti di attivare l’Easy Deep Link in JotURL per inviare tutti direttamente all’app Instagram.

Inserisci i link JotURL per Instagram in altri canali di marketing per aumentare l’awareness e l’engagement.

PS sì, puoi usare questo hack anche per inviare utenti dal tuo link in BIO su Instagram al tuo gruppo Facebook, ancora una volta, evitando il login web mobile di Facebook! 😎

[LINK HACKING: STESSO LINK, DIFFERENTI DESTINAZIONI?]

Stai inviando traffico al tuo sito web o alla tua landing?

Con lo SMART REDIRECTOR di JotURL puoi inviare traffico a diverse destinazioni da un unico link, in base alle caratteristiche dei tuoi visitatori come:

– la loro nazione

– la lingua preferita

– il sistema operativo

.. e tanti altre variabili!

L’utente ha già cliccato sul tuo link?

Sì, puoi mandarlo ad un’altra destinazione! 😉

Usando questa funzione puoi aumentare la pertinenza, l’engagement e la conversione dei tuoi utenti con landing / messaggi più personalizzati.

Anche JotURL ha un piano FREE, puoi trovarlo qui 🙂

È tutto, spero che questi consigli ti siano utili!

A presto,
Stefano

PS Vuoi scoprire un modo molto interessante che i Growth Hackers utilizzano per avere audiences incredibilmente precise grazie al Sales Navigator di LinkedIn? Clicca qui!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Linkedin Advanced

Trova nuovi Clienti e incrementa le vendite dei tuoi servizi grazie a LinkedIn!