Come funziona TikTok: Guida Pratica Per Principianti

Stefano Pisoni

Stefano Pisoni

Digital Strategist & Growth Hacker

come funziona tiktok

Come Funziona TikTok? Guida pratica per iniziare nel modo corretto  

Dò il benvenuto ad Alessio Atria, uno dei massimi esperti di TikTok Marketing in Italia, quello che leggi da qui in poi è frutto del suo lavoro, buon divertimento!
Stefano

Ciao!

Probabilmente, sentendo tutti i rumors riguardo a questo nuovo social network ti sarai chiesto “Come funziona TikTok?” “È un Social riservato ai soli ragazzini?”

Serve per fare video esclusivamente divertenti?”

Come fanno alcuni account ad avere milioni di visualizzazioni e follower?”

Chi guadagna, come fa?

Le attività professionali, le aziende, i liberi professionisti, che cosa c’entrano con questa realtà?

Ho voluto creare questa guida per  rispondere alle tue domande; quindi, mettiti comodo e goditi la lettura.

Il mio invito, è di farti riflettere sulle opportunità che TikTok attualmente ha da offrirti, anche perché questo è il momento giusto per entrarci a farne parte, visto che si sta evolvendo velocemente, oltre che in tutto il mondo, anche in Italia.

Ci sono moltissime realtà imprenditoriali che hanno già iniziato a pubblicizzarsi e tante altre che fremono per cimentarsi, ma che ormai sono prossime.

E non solo! Personaggi famosi, brand mondiali, aziende leader hanno già intrapreso il proprio percorso all’interno di TikTok, ottenendo un’ascesa esplosiva.

Vediamo insieme come funziona TikTok!

come funziona tiktok

Come Funziona TikTok?

Guida pratica al MARKETING 2.0

Se nel marketing tradizionale il contenuto deve attirare l’attenzione del massimo numero di utenti possibile, qui è l’utente stesso che in prima persona “crea” la campagna attraverso il video.

Da procedimento passivo, il marketing diventa attivo, che si “fa” in prima persona e non si subisce. Quella che abbiamo di fronte è una rivoluzione anche del concetto di pubblicità.

Un clima positivo che ha fatto nascere trend come i capelli neon bicolor sfoggiati anche da Billie Eilish o il fenomeno di e-girls ed e-boy.

come crescere su tiktok

Chi sono e cosa faccio

Mi presento sono Alessio Natale Atria, abito a Milano, ho 30 anni e mi occupo di strategie per chi ambisce a diventare Influencer, curando il proprio Personal Brand, aziende e artisti.

Il mio scopo è quello di aiutare a far raggiungere gli obiettivi prefissati in maniera organica, senza automazioni, sfruttando al meglio la creazione dei contenuti, anche attraverso le sponsorizzazioni.

Oltre ad aver scritto il primo libro che affronta tutto gli hacks (trucchi) sull’argomento: “Scopri i segreti di TikTok”.

Sono Co-Founder e moderatore del Gruppo Facebook “TikTok Hacks Italia”: il primo e più grande gruppo in Italiano (1200membri) con contenuti di approfondimento video e contenuti scritti su come funziona TikTok.

gruppo facebook tiktok hacks
Iscriviti al gruppo Facebook!

Come funziona TikTok? Guida pratica per principianti:  

Algoritmo, Come Trattarlo e Farselo Amico

“Farsi amico” un algoritmo? Ti sembra un’espressione buffa per un sistema informatico? Invece è proprio quello che dovrai fare!

Perché?

Te lo spiego subito.

Ho analizzato a lungo le azioni su TikTok in funzione dell’algoritmo ed ho concluso che è molto importante capirlo per capire come funziona TikTok.

È il sistema con il quale la piattaforma gestisce tutti i contenuti all’interno di essa (profili, video, Hashtag, ecc…)  e  decide quali mostrare e a chi mostrarli.

Ed è proprio per questo che bisogna capire come funziona! Per farselo amico, perché in caso contrario ti giochi la tua reputazione e soprattutto la tua viralità.

Uno degli obiettivi di questa piattaforma è essere la prima al mondo per interazioni e tempo medio di permanenza degli utenti.

Per farlo mostra alle persone giuste i contenuti giusti, in modo tale da far rimanere il più possibile gli utenti dentro l’App.

A differenza degli altri Social non importa avere milioni di follower e like sul proprio profilo per diventare virali: se un contenuto viene visto dal pubblico adatto può fare ugualmente migliaia se non milioni di visualizzazioni e interazioni.

Ecco il motivo per cui devi creare video continuamente coerenti puntando sempre allo stesso target.

La nicchia di riferimento la devi decidere, appunto, ancor prima di iniziare nella piattaforma.

Perché video da 300k views a 0

Spesso, per il desiderio di avere molte visualizzazioni e la voglia di emergere si fanno passo falsi e non ci si concentra realmente sul funzionamento dell’algoritmo.

Durante le mie infinite prove, mi succedeva che ad esempio alcuni video avessero 300 mila view e altri a malapena 100.

A volte finivano nei “Per Te” – la pagina iniziale dove ci sono i video con più interazioni e i più interessanti secondo l’algoritmo, che hanno migliaia e milioni di view – a volte nemmeno uno straccio di commento.

Spesso mi chiedevo “Ma perché succede questo? Da cosa è dovuto? Ci saranno dei fattori da considerare? Come funziona TikTok?

Non può essere tutto così a caso, altrimenti non si spiegherebbe il successo di alcuni influencer e il fallimento di altri.”

E così ho scoperto che l’algoritmo, sfruttando l’intelligenza artificiale, ha le sue linee guida, che se da un lato ti permette di diventare “famoso”, dall’altro è rigido nelle sue regole.

Come primo passo per capire come funziona TikTok, bisogna entrare fin da subito in sintonia con l’obiettivo di questo social network:

“mostrare alle persone in target i contenuti giusti, per farle rimanere più tempo possibile al suo interno. Un video è virale se è condiviso. Per condivisione si intende quando ci sono delle persone che interagiscono.

Come evitare calo views nei video?

Di conseguenza, tu devi cercare di capire il tuo di scopo e rimanere fedele con questo, sempre, in tutti i contenuti che andrai a creare.

Sicuramente quello che devi fare è concentrarti su chi vorrai guarderà i tuoi video: devi incuriosire, educare, raccontare, generare il famoso “Effetto Wow!”, emozionare in qualsiasi modo… insomma scatenare qualcosa nel tuo pubblico, senza nemmeno bisogno di ripetersi, di riferimento.

E questo potrebbe anche non bastare. Difatti, spesso mi è capitato di analizzare degli account con anche ottimi contenuti, ma che avevano poche view, perché semplicemente il pubblico a cui veniva mostrato era sbagliato.

Quindi adesso fatti queste 4 domande.

  • Quali sono i miei obiettivi di medio/lungo periodo su TikTok?
  • Che posizionamento voglio avere?
  • Chi voglio che mi segua?
  • Qual è la mia nicchia specifica di riferimento?

Cerca di essere il più sincero possibile e dettagliato, solo dopo puoi iniziare a pensare come utilizzarlo.

Ma fino a quando non avrai realizzato queste risposte diventa inutile la tua presenza su TikTok, a meno che tu non lo voglia usare solo per diletto senza uno scopo specifico sul business.

Come funziona l’algoritmo di TikTok?

L’algoritmo impiega sempre 24 ore per analizzare i tuoi dati, così come la tua audience e le interazioni.

Dobbiamo insegnare all’algoritmo il tipo di contenuto che vogliamo mostrare, così lui pian piano lo farà vedere al tuo pubblico d’interesse: insomma devi “insegnargli” chi sei, cosa vuoi fare, a chi ti vuoi rivolgere con un passo dopo l’altro,

Mattone dopo mattone, utilizzando la fatidica logicità nei contenuti.

Quello che devi fare subito è passare da account normale ad account PRO in modo da poter “leggere” cosa succede mano a mano che pubblichi.

Per le prime 2/3 settimane limitati a soli due post al giorno, non caricarne troppi nelle stesso periodo, ma solo uno al mattino ed uno alla sera, in base agli orari dei picchi dei tuoi follower.

Questo per non confondere l’algoritmo, per fargli capire chi sei, cosa farai, che contenuti crei e la tua nicchia. Dopo che avrai i primi dati, verifica la reazione del tuo pubblico (dati analitica): se è effettivamente quello corretto oppure no e se si mostra interessato a quello che stai producendo.

Anche se hai capito come funziona TikTok e hai un piano editoriale ben preciso, non sempre i video ottengono l’effetto desiderato.

Ed è per questo che devi monitorare tutti i dati statistici, non solo le view ed i like.

Fondamentali da tenere monitorati sono i commenti, le condivisioni, il tempo medio di visualizzazione e quante volte è stato guardato ogni video, da chi, a che ora, il paese di provenienza.

Questo ti darà il monito di quali tipi di contenuti creare e se il pubblico è in linea con il tuo obiettivo. I nuovi format li puoi sperimentare e introdurre pian piano: uno nuovo ogni due, tre vecchi.

TikTok Guida pratica per principianti:

Dati e numeri

guida tiktok

Ora, andiamo a vedere nello specifico uno ad uno cosa rappresentano i numeri per ogni dato: visualizzazioni, nei “Per Te / For You”, lunghezza media dei video, like (cuori), commenti, condivisioni, pubblico/retention rate, integrità contenuto.

VISUALIZZAZIONI.

Se vuoi capire come funziona TikTok, ti dico subito che ottenere un numero elevato di visualizzazioni è importante, ma non è l’unico dato da tenere in considerazione.

Spesso può capitare di aver fatto migliaia di view, ma poi analizzando più approfonditamente i dati, magari è stato visto per una media di 3 secondi su 50 e solo una volta. Quindi non bastano soltanto  le visualizzazioni.

L’algoritmo premia i contenuti con:

  • un tasso di view medio e alto;
  • il numero di volte che l’utente lo ha guardato.

All’inizio carica contenuti con durata massima di 25 secondi, perché non sei ancora famoso, quindi la possibilità che guardino un video troppo lungo è bassa.

Per “lungo” intendo quelli da 60 secondi.

Come detto, in TikTok i contenuti vengono “mangiati” alla velocità della luce e continuamente.

Già 30 secondi per un video in questa piattaforma sono considerati tantissimi.

NEI “PER TE / FOR YOU”.

Nei “Per Te / For You”: in questa sezione, quella che appare appena entri nell’App ci sono i video con più interazioni ed i più interessanti secondo l’algoritmo, che ricevono migliaia e milioni di view.

Come ripetuto più volte, l’obiettivo dell’algoritmo è quello di far rimanere gli utenti dentro la piattaforma il più possibile, tenerli incollati al monitor. Di conseguenza anche tu devi cercare di arrivare in questa sezione usando la stessa logica dell’algoritmo.

Ad esempio, se hai scelto la nicchia palestra devi poter finire nei “Per Te” di persone interessate al benessere fisico, all’allenamento o simili, non in mezzo a chi ad esempio segue gli animali, i viaggi o la comedy.

Gli Hastag famosi come #PERTE, #FORYOU e similari non usarli mai nel primo periodo, anche se lo vedi far fare a tutti. Come ti ho già spiegato l’80% delle persone commette degli errori ed uno di questi è usare a casaccio gli Hashtag.

Cambiandoli continuamente e peggio ancora senza coerenza creeresti molto scompiglio all’algoritmo, non arrivando a delineare mai il tuo pubblico. Anche se sono di moda non usarli per ora, limitati solo a quelli per la tua di nicchia. Gli influencer famosi lo fanno, possono permetterselo, tu non modellarli perché loro hanno già un pubblico, tu non ancora.

A lungo andare i tuoi video perderebbero di view, perché non hai ancora la tua audience realmente interessata ai tuoi contenuti, e quindi le persone skipperanno facilmente (ossia andare al video successivo) o peggio ancora ti metteranno nei ”non mi interessa più”.

tiktok trend

LUNGHEZZA MEDIA DEI VIDEO.

tiktok analitica

Come accennato prima è controproducente fare video lunghi all’inizio. Meglio 20/30 secondi con una media del 50/60% di visualizzato (buona performance), che un video lungo con un 20/30% (scarsa performance). TikTok promuove e spinge i video con la buona performance perché vuole ottenere solo dati statistici elevati in tutto il mondo.

LIKE  (CUORI).

Per farti lasciare più “mi piace” possibile puoi utilizzare diversi modi: inserire un invito a cliccare (CTA) nella descrizione, delle frecce visuali ed infine aggiungere una didascalia durante il video in cui richiama l’utente, appunto, a metterti il like.

Potresti anche pensare alle doppie call to action, sia nella caption, sia all’interno del contenuto stesso, aggiungendo delle scritte.

COMMENTI.

Inutile dire che più ce sono, meglio è.

Anzi deve diventare una delle tue mete in ogni video.

L’interazione è fondamentale per TikTok: se un video riscuote il “fare qualcosa” da parte dell’utente l’algoritmo inizierà a mostrarlo a più persone possibili.

Quindi chiediti se, ad esempio, il tuo contenuto potrebbe essere commentabile: in una risposta, in una reazione emozionale, in un dialogo, ecc… Questi sono i video che susciteranno l’interesse di condivisione.

Se hai molti commenti, non solo avrà  riprova sociale, ma catturerà l’attenzione dell’utente portandolo a curiosare anche tra gli altri commenti e di conseguenza permarrà più tempo sul tuo video.

Ecco alcune regole sui commenti:

Rispondi sempre, sia perché ne aumenta il numero, sia perché il sistema lascia anche la notifica agli utenti che li hanno fatti, generando quindi più numeri entrando in una sorta di circolo virtuoso.

Metti il like sui commenti più sensati con profili simili al tuo.

Ringrazia sempre e con diverse risposte. Sii  propositivo: non usare solo “grazie” o “thx” per tutti i commenti, per l’algoritmo potrebbero sembrare dei BOT.

Rispondi con domande aperte, in modo tale da invogliare l’utente a rientrare. Ad esempio: “Com’è andata? Ti è piaciuto? Hai visto gli altri video?”

Crea una discussione tra gli utenti, anche taggandoli se è necessario.

Lo so, tutto questo richiede del tempo, ma è molto utile, soprattutto quando parti.

CONDIVISIONI.

Questo è un altro importante proposito da tenere a mente nel tuo percorso di apprendimento per capire come funziona TikTok.

Dopo aver visto il contenuto gli utenti condividono o iniziano a seguirti?

Il tuo video è facilmente condivisibile? Tieni monitorato tutto quello che succede e se la tua risposta è positiva, probabilmente diventerà virale.

Se negativa chiediti cosa puoi fare di diverso.

PUBBLICO / RETENTION RATE.

Questo è uno dei dati più fondamentali di tutti.

Grazie a questo puoi capire se i contenuti sono in linea con il tuo pubblico e viceversa.

Devi tenere monitorato per quanto tempo e quante volte è stato guardato il tuo video e più è alto il numero più hai probabilità di fare crescere il tuo account. Controlla costantemente gli utenti come si comportano.

Dopo aver guardato iniziano a seguirti? Sono in target con la tua nicchia?

Per un obiettivo a lungo termine e monetizzare devi creare una community con dei seguaci interessati a quello che hai da dire e da mostrare.

INTEGRITÀ VIDEO.

Questo punto è spesso sottovalutato da tutti, commettendo un grosso errore. Magari i tuoi video possono aver subito una limitazione e quindi anche a livello organico non aumentano le views.

Copyright audio e video: stai attento al repost e alle tracce audio che utilizzi. Meglio utilizzare quelle proposte dall’App.

Violenza: assolutamente evitare di creare contenuti di questo genere.

Minori: sotto i 13 anni in “teoria” non si può utilizzare l’App. In teoria, visto che molti hanno trovato gli escamotage, ma posso dirti che TikTok sta cercando di risolvere questo problema.

Attività pericolose: non creare video con azioni che, se replicate, possono mettere a repentaglio l’incolumità di chi ti guarda.

Luminosità: non girare se non si vedono bene i volti e i soggetti dei video. Pare che l’ algoritmo lo percepisca e banni i video scuri. 

TikTok Guida pratica per principianti: Che cosa fare e non fare nella fase iniziale di TikTok?

COSA FARE.

“Smanetta” dentro TikTok senza account: cerca di capire come puoi impostare al meglio i tuoi contenuti e se effettivamente questa piattaforma ti potrebbe interessare e fa al caso tuo.

Ricerca i video della tua stessa nicchia o similare: cerca gli Hastag, le parole chiave che usano i creatori più popolari per modellarli. Se non ci dovessero essere, riadatta i tuoi contenuti a quelli più similari.

Crea un piano editoriale: prima di creare un qualsiasi profilo pensa e programma cosa pubblicare.

Interagisci con i video e i profili che ti interessano e fanno al tuo caso: l’obiettivo è far sembrare di essere già un utente attivo.

Attraverso la ricerca degli stessi Hastag, canzoni e parole chiave. Devi aiutare l’algoritmo a capire quale contenuti ti interessano.

Passa all’account Pro: per avere i dati statistici dettagliati è necessario farlo il prima possibile.

Posta con frequenza i video: le prime settimane massimo 2 volte al giorno, cosi non confondi il sistema. Se non hai tempo, piuttosto anche uno, ma fatto bene. La lunghezza falla di almeno 10 secondi, meglio sfruttare tutti e 15 secondi, non andare oltre i 25.

Crea video con una buona qualità video e soprattutto un’ottima illuminazione.

Usa direttamente la fotocamera TikTok: i contenuti caricati dall’esterno sono più controllati e più soggetti a restrizioni.

COSA NON FARE.

Evitare la tecnica Follow/Unfollow: seguire gli altri per fare il cambio per poi toglierli è il modo migliore per ottenere Shadowban.

Seguire le persone a caso non ha senso, perché l’algoritmo mostra i contenuti a chi li vuole effettivamente guardare. Dello Shadowban nel dettaglio te ne parlo dopo.

Non pubblicare mai a caso: questa regola vale in tutti i Social, soprattutto in TikTok. Se vuoi anche lucrare devi essere molto accorto.

Non pubblicare video con la filigrana.

Quando fai repost non usare lo stesso audio dell’editore, ma piuttosto metti in muto e usa quelli proposti da TikTok.

Mai e poi mai fare SPAM: la piattaforma elimina tutto quello che assomiglia ad un BOT.

Non mandare messaggi agli utenti per lo scambio like o follower.

Non commentare ogni video che vedi per guadagnare seguito.

Utilizza nomi account semplici e facili da ricordare.

Non usare parole bannate nelle didascalie dei video.

TikTok Guida pratica: Come utilizzare al meglio gli Hashtag?

Gli hashtag agevolano la categorizzazione di un  contenuto e ne facilitano la ricerca.

Sfruttarli è molto utile, ma non è indispensabile. Non abusarne e non metterne a caso.

Cambiali in ogni video e usane al massimo 3 o 4 molto specifici per non confondere l’algoritmo: devi colpire solo l’audience inerente alla nicchia da te scelta.

Come funziona TikTok? Come scegliere la tua nicchia?

Come per altri Social, devi individuare la nicchia alla quale mostrare i tuoi contenuti.

Ora che stai cercando di capire come funziona TikTok, devi sempre tenere a mente quali sono i tuoi obiettivi e restare coerente nel tempo.

Farti ingolosire dai video con tante visualizzazioni e dai profili migliori del tuo e utilizzare gli stessi Hastag, confondendo quindi l’algoritmo, non è una strategia valida.

Piuttosto concentrati su continuare a crearne di validi e a tenere monitorati i dati statistici.

Ti riporto l’esempio di un errore clamoroso di un mio cliente.

Lui si occupa di animali. Usa spesso i tag #pets, #tiktokpets, #petsoftiktok ecc… Un giorno ha fatto un video con un cane che stava mangiando a tavola una pizza aggiungendo anche gli Hastag #pizza #food.

Questo è stato un grosso sbaglio, perché ha avuto moltissimi follower e view da chi ama il food, ma non erano in target: ha mostrato i propri  contenuti alle persone sbagliate.

Come abbiamo recuperato?

Gli ho fatto mettere quel video in “privato”, non gliel’ho fatto cancellare e mi sono raccomandato di restare sempre in focus.

O meglio, lo avrebbe anche potuto tenere, ma a condizione che utilizzasse solo gli Hashtag giusti, eliminando quelli non utili alla sua audience.

Anche se all’inizio non hai molte view prosegui ugualmente sulla stessa strada, non cambiare mai direzione.

Saranno necessari giorni prima di ottenere viralità, raggiungere milioni di view e migliaia di follower soprattutto quando sei senza uno storico.

Devi avere pazienza: scalare la tua nicchia richiede costanza nel creare i contenuti giusti.

La cosa importante è non farti sopraffare dal tuo Ego e soffermarti solo sulla viralità, ma mantenere fede alla scelta fatta e fare in modo di avere follower interessati a quello che fai.

Se crei contenuti in target, i tuoi video continueranno ad essere mostrati agli interessati, che pian piano arriveranno a farli diventare virali. 

TikTok Guida pratica per principianti: Come funziona TikTok? Quando pubblicare?

La verità è che trovare un momento perfetto per pubblicare non è cosi semplice, come in nessun altro Social.

Queste piattaforme hanno creato un bisogno costante di consumare contenuti (GIF, foto, video, articoli di giornale), quindi oltre a pensare a come produrli, bisogna anche trovare il modo migliore per entrare in contatto con il tuo pubblico.

Certo ci sono molti dati statistici a disposizione, ma le tendenze si formano e cambiano rapidamente ogni giorno.

Se un post fa numerosi follower e like con un tipo di contenuto, non è detto che replicandolo possa ottenere lo stesso risultato dopo un po’ di tempo.

La tempistica è tutto: se noti una certa tendenza sfruttala subito.

Tuttavia, porti queste tre domande ti può aiutare moltissimo: chi è il mio pubblico? A che ora è sveglio? Quando guarda maggiormente i video?

TikTok ha un base mondiale di utenti e conoscere  quelli a cui ti rivolgi e le loro abitudini è importante.

Quando saprai la provenienza, potrai recuperare i fusi orari e decidere quando e a che ora pubblicare.

Se sei in Italia usa la lingua italiana perché TikTok distribuisce i contenuti nella stessa area geografica in cui ti trovi.

Sembra che solo utilizzando Hashtag stranieri tu possa raggiungere pubblico straniero.

Se questo non è il tuo obiettivo serviti quindi degli orari e Hashtag italiani.

Questi sono molti dei segreti da tenere a mente per sfruttare a tuo vantaggio l’algoritmo; ora voglio darti qualche “Hacks” su come far diventare virali i tuoi video.

Utilizzando tutti questi trucchi hai moltissime probabilità. Sono tutti comprovati, non perdere tempo cercando di reinventare la ruota.

TikTok Guida pratica per principianti: Crea video che attuano la “sospensione”.

Che cos’è? La sospensione è il tempo di permanenza dell’utente sul video pubblicato.

Se un’alta percentuale di persone rimane a guardare il contenuto anche oltre la sua durata, attivando quindi un loop di visualizzazioni, la piattaforma considererà il contenuto degno di diventare virale e lo piazzerà nel feed degli utenti correlati.

Quindi è formata da due fattori: il tempo medio di visione del video e la quantità di volte che viene visto da parte dello stesso utente.

Per aumentare la sospensione puoi utilizzare il loop, gli indovinelli, i video con trucchi di magie, ecc, insomma tutti quei contenuti che in media fanno guardare il video più di una volta.

Loop.

Il loop è un metodo furbo per sfruttare l’algoritmo: significa “costringere” gli utenti a riguardarlo più e più volte, prima di capire che effettivamente il video non sarebbe andato oltre.

Per creare un loop perfetto è fondamentale utilizzare una musica che non abbia una fine, quindi la parte centrale e fare in modo che il finale si ricolleghi perfettamente all’inizio.

Indovinelli.

Inserire degli indovinelli e fatti al massimo in 20/30 secondi, funzionano perché porta l’utente a rivedere il video, facendo per di più molte interazioni.

Voglio mostrarti un caso studio: questo video ha fatto 102k view, 8000like, 1200 commenti, 172 condivisioni in appena 24 ore. Ecco il link.

La domanda in stile indovinello è stata: “Cosa vedi per primo?” messa nell’anteprima.

Le altre caratteristiche.

Il trucco: è un video che si commenta da solo che ti spinge a riguardarlo più volte, di facile consumo e altamente condivisibile. E’ entrato nell’audience organica realmente interessata ai contenuti.

Il valore aggiunto: interagire, interagire, interagire e non ho inserito hashtag a caso.

L’audio: ho usato uno di quelli preferiti dai follower negli ultimi 7 giorni. Ho provato questa tecnica su diversi video e funziona.

Un altro fattore che ne ha determinato l’enorme viralità è stata l’attenzione per i commenti.

  • Rispondi per ultimo alle risposte con più like per far in modo che si vedano in cima a tutti, per attrarre nuovi utenti ad interagire.
  • Fai domande aperte in alcuni commenti così da riportarli a rispondere nuovamente.
  • Cerca di creare una conversazione tra utenti.
  • Invita a vedere gli altri video sul profilo.
  • Ogni tanto ringrazia tutti.
  • Digli di taggare ipotetici amici interessati.
  • Fai attenzione se ti fanno delle richieste, tipo di crearne di simili oppure di rivelare il mistero o aiuti di altro genere. Ovviamente sii presente sempre.

Lo so, è un po’ impegnativo rispondere a tutti i commenti, ma è questo che crea la comunità e il senso di appartenenza.

I video con trucchi di magia sono quelli che in questo momento vanno tantissimo e rispondono in pieno alla sospensione: gli utenti per cercare di capire il trucco lo guardano e riguardano decine di volte. Sono incappato in video da 1,2 BILIONI, (non milioni, ma bilioni!) di visualizzazioni. Un numero spropositato! Posso affermare che io stesso li ho lasciati andare più e più volte proprio perché avrei voluto afferrarne il segreto.

Gli aspiranti illusionisti o chi lo fa già di professione sono “furbi” e sanno che è questo desiderio a far crescere il proprio profilo e a rendere virali i video. A volte creano, per alcuni, anche tutorial su come li hanno realizzati: “guarda caso” sono condivisi centinaia di volte!

Quindi se dovessero rientrare nel tuo target e, ribadisco, solo se sono utili per il tuo account, puoi considerare questa tipologia di video.

TikTok Guida pratica per principianti: audio

Gli audio devono esserci oppure no?

Ho fatto dei test sia con che senza e posso confermarti che è sempre meglio utilizzarne, anche se al minimo, come sottofondo.

Perché?

In primis le persone possono trovarci anche attraverso la canzone e l’algoritmo riconosce gli audio, che potrebbero essere facilmente riusati dagli altri utenti per fare i propri contenuti, aumentando quindi la famosa permanenza.

Replica contenuti già virali.

Consiste nel “riprodurre” un video che è già virale inerente alla tua nicchia. Ti basterà semplicemente prenderlo come esempio, fare qualche piccola modifica per miglioralo in funzione al tuo pubblico  per poi pubblicarlo.

Ecco alcune domande che devi porti prima di creare un contenuto:

  • Che argomento tratta?
  • Perché dovrebbe diventare virale?
  • È d’interesse per il mio pubblico?
  • Chi è il personaggio principale? 
  • Qual è il messaggio del video?
  • Perché dovrebbe essere commentato?
  • È condivisibile?

Presta attenzione alla caption e alle parole chiavi. 

Molti sottovalutano la descrizione da inserire nei video, soprattutto correlarla alle parole chiavi sia di TikTok che di Google.

La descrizione viene utilizzata come commento del video che stai postando. Usala sempre breve per  invogliare gli utenti a guardare e soprattutto ad interagire. Non descrivere tutto quello che avviene nel video, ma utilizza solo le parole chiavi, ossia con il contenuto. Sono fondamentali perché saranno mostrate al pubblico.

Per capire quali usare inizia a scrivere nella barra di ricerca le parole relative al tuo video e inserisci quelle che TikTok ti suggerisce.

Fondamentali sono anche le parole in ottica della ricerca Seo Google. Quando fai la ricerca di una parola su Google, questo ti mostrerà i migliori video TikTok che contengono nella descrizione e negli hashtag quella determinata parola chiave.

Come funziona TikTok? Attenzione allo Shadow Ban.

Che cos’è lo Shadow Ban?

È la limitazione invisibile dei tuoi contenuti. Può essere temporanea o definitiva sull’account.

Il fattore a cui prestare attenzione è che non limita le funzioni di caricamento dei contenuti.

È un processo automatico eseguito dal sistema per proteggere da spam, problemi di copyright e nudità. Non possiamo fare appello per rimuovere questo divieto perché su questa piattaforma non esiste alcuna opzione.

Sulle altre piattaforme di Social Media il ban lo puoi avere attraverso la perdita dell’accesso all’account per un breve periodo di tempo o indefinitamente, oppure con il divieto di un altro.

Invece su TikTok, con lo Shadow Ban, i tuoi video non verranno visualizzati nella pagina “For You” nei risultati di ricerca e avranno una visualizzazione molto inferiore, se non addirittura nulla e tu te ne accorgerai solo se lo noterai, perché non ti arriva nessuna comunicazione.

Come funziona TikTok? Come accorgersi di essere in Shadow Ban?

Se i tuoi video hanno queste caratteristiche:

  • hanno solo da 0 a 80 view o comunque una media molto bassa rispetto agli altri video.
  • Non riesci ad ottenere i dati statistici dall’analitica.
  • Neppure i tuoi follower vedono i tuoi video. Chiedi magari a qualcuno di loro di aiutarti in questo.

Allora con molta probabilità o il profilo o i contenuti sono in Shadow Ban. Dico “probabilmente”, perché so per esperienza che non è sempre così. In alcuni profili pensavo di esserlo, ma in realtà smettendo di pubblicare e riducendo i video per 6/7 giorni, riprendendo cambiando format, Hastag, ecc… tutto è rientrato nella normalità. Forse hai sbagliato qualcuna delle azioni viste fino a questo momento. In ogni caso puoi affidarti anche al doppio controllo.

Di cosa di tratta? Crea un profilo simile su un altro cellulare, carica gli stessi video su entrambi i profili contemporaneamente e se noti che la differenza di view è molto significativa, vuol dire che sei in Shadow Ban sul primo account.

Come si fa ad entrarci? Sono alcuni i fattori, eccoli:

  • segnalazione da parte di altri utenti.
  • Violazione di Copyright, soprattutto musica.
  • Contenuti non idonei alla tua nicchia.
  • Condivisione di video con filigrana.
  • Repost contenuti già molto virali o che sono pubblicizzati da altri.
  • Contenuti illegali, ossia video contenenti coltelli, pistole, droghe e altri materiali illeciti.
  • Video che non contengono volti, movimenti del corpo e voci umane (TikTok collabora con aziende sul “rilevamento 3D / 4D”).
  • Questa piattaforma ha lo scopo di pubblicare video in prima persona, azioni di vita reale vissuta.

Come evitarlo? Prestando attenzione a non creare video che rientrano nell’ elenco sopra citato.

Fai sempre particolare attenzione a non mettere scene di nudità: è molto importante per TikTok ed è assolutamente intollerante a riguardo.

Come uscire dallo Shadow Ban?

Di ufficiale, purtroppo, ad oggi non c’è ancora nulla a riguardo, ma non appena avrò ulteriori informazioni mi preoccuperò di aggiornare questa guida su come funziona TikTok.

Tuttavia puoi intraprendere queste azioni che io stesso ho fatto, quando mi è successo:

  • rimuovere i video bannati, quindi quelli con poche view, perché potrebbero essere stati questi contrassegnati che ti hanno creato il ban.
  • Svuotare la cache, chiudere l’App, spegnere e riaccendere il telefono dopo 5 minuti.
  • Controllare se hai inserito età +18 sul profilo.
  • Assicurarti che l’App si sia aggiornata.
  • Migliorare i contenuti.
  • Pubblicare con costanza.
  • Farti aiutare a crescere da altri account della stessa nicchia con la condivisione e i commenti.
  • Interagire con gli altri utenti, cosi da diventare un utente abituale sulla piattaforma.
  • Segnalare al support di TikTok tramite mail: feedback@tiktok.com o creators@tiktok.com

Le tempistiche non si sanno a priori, di certo non si esce in fretta da questa situazione, minimo 2 o 3 settimane, e non è detto nemmeno che si risolva il problema.

Se il tuo profilo è sotto i 30 mila follower, valuta se vale la pena cancellarlo e ripartire. Se la tua nicchia è ultra specifica e se il brand è già consolidato fai prima i diversi tentativi.

Conclusione

La “Guida pratica di TikTok per principianti” termina  qui!

Ora che hai capito come funziona TikTok, voglio rinnovarti i miei complimenti per il tuo primo passo verso la conoscenza di questo fantastico social network..

Prima di darti il mio regalo, volevo ringraziare Raffaella Iannaccone, la Co-Autrice e Redattrice della guida e del libro “Scopri i segreti di TikTok”.

Come detto, il mio lavoro è sia di aiutare le persone a capire come funziona TikTok sia nella gestione operativa dei profili, delle pagine e degli account sui Social al fine di far interagire gli utenti e creare una community attiva dei miei clienti.

Mi occupo, in particolar modo di gestire le pagine TikTok, Instagram e Facebook. Negli ultimi mesi mi sono specializzato in TikTok e nel suo Advertising.

Vuoi entrare in contatto con me?

Puoi schedulare una call gratuita conoscitiva scrivendo su info@alessioatria.com oppure www.alessioatria.com.

Ti aspetto, a presto. Alessio Atria.



Ringrazio Alessio per questa SUPER guida su TikTok Marketing.

Se non hai idee e vuoi riproporre su TikTok dei contenuti che hai già preparato per altri canali qui trovi 83 Suggerimenti per fare Content Repurposing!

Alla prossima!
Stefano

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Linkedin Advanced

Trova nuovi Clienti e incrementa le vendite dei tuoi servizi grazie a LinkedIn!