AUMENTARE CONTATTI LINKEDIN: Perché ha senso farlo?

Stefano Pisoni

Stefano Pisoni

Digital Strategist & Growth Hacker

AUMENTARE CONTATTI LINKEDIN
AUMENTARE CONTATTI LINKEDIN

Aumentare i contatti su LinkedIn è uno dei metodi più veloci per migliorare le metriche del tuo profilo, ma come farlo in maniera intelligente?

LinkedIn è il più grande motore di ricerca di profili professionali esistente in occidente.

Come tutti i motori di ricerca utilizza un algoritmo che stabilisce il tuo posizionamento nei risultati in base alla soddisfazione di alcuni requisiti e variabili.

Il successo di LinkedIn dipende da molti fattori, uno di questi è la quantità di collegamenti che ha un profilo che ha un ruolo nell’influenzare il successo dei tuoi post.

Quindi, per aumentare il tuo impatto su LinkedIn e renderlo il più proficuo possibile, espandere la tua rete di connessioni fino ad arrivare ad un numero considerevole di collegamenti è sicuramente una buona idea.

Senza una strategia può risultare molto difficile raggiungere questo traguardo.

Perciò ho deciso di creare questa guida con qualche consiglio per aumentare i contatti LinkedIn del tuo profilo.

1) RENDI IL TUO PROFILO LINKEDIN EFFICACE

Prima di tutto però bisogna pensare a creare un buon profilo.

Di fatto deve diventare una sorta di sales page che deve portarti ad avere contatti profittevoli.

Deve far capire chi sei, di cosa ti occupi e soprattutto avere contenuti interessanti che facciano capire che sei competente nel tuo settore.

Per arrivare a questo devi essere attivo e partecipe all’interno della piattaforma, pubblicare aggiornamenti con regolarità è sicuramente uno dei modi più efficaci.

Un’ottima tecnica potrebbe essere quella di pubblicare post originali, usando la piattaforma editoriale di LinkedIn e aggiungendo i giusti hashtag per finire in evidenza.

A questo proposito ho scritto un paio di articoli a riguardo:

LINKEDIN HASHTAG

COME FARE DECINA DI MIGLIAIA DI VISUALIZZAZIONI CON I TUOI POST 

Se fai le cose correttamente, i tuoi post non verranno visti solo dai tuoi collegamenti ma potranno essere visualizzati da tantissime connessioni di 2ndo e 3zo livello.

Cosa intendo?

I contenuti di valore porteranno interazioni dai tuoi collegamenti, rendendo visibile il post anche alle loro connessioni e dandoti visibilità gratuitamente.

Insomma più persone interagiscono con i tuoi contenuti maggiore è la loro distribuzione.


Qui potrei scrivere per ore, ma in questa guida ti spiego come creare una content strategy di successo per LinkedIn

2) AUMENTARE I CONTATTI LINKEDIN NEL MODO GIUSTO

Il secondo passo è agire inviando richieste di collegamento, ma come?

Di fatto basta visitare il profilo della persona che ci interessa e cliccare su “collegati”.

Tutto qui?

Ovvio che no.

Nel momento in cui clicchiamo per collegarci con qualcuno LinkedIn invia la richiesta di connessione senza aggiungere una nota.

Questo potrebbe andare bene con persone che già conosci ma (soprattutto) con un estraneo la cosa migliore è personalizzare la nostra richiesta: chiediti, perchè questa persona dovrebbe accettare la tua richiesta di connessione?

Evita assolutamente di avanzare richieste o cercare di vendere qualcosa in questa fase, è veramente sgradevole.

Se ne hai la possibilità, un ottimo modo per creare collegamenti è quello di farti presentare da chi già ti conosce alle persone che ti interessa avere tra i tuoi contatti.

Questa tecnica va bene con utenti che ti conoscono piuttosto bene, con cui c’è un rapporto solido, altrimenti rischi di indispettire la persona a cui chiederai di presentarti.


3) LE DUE STRATEGIE PER CRESCERE VELOCEMENTE

Ora parliamo delle richieste di collegamento passive, ossia quelle che riceverai sul tuo account LinkedIn.

Come ottenerle?

Sicuramente avere un buon profilo con aggiornamenti recenti, come dicevo prima, è la prima mossa.

Devi farti notare e invogliare le persone ad inviarti richieste di connessione.

Ma pensaci, se non ti vedono, come possono decidere di seguirti?

Per aumentare le visite al profilo LinkedIn questa guida.

Un’altra strategia molto utile è quella di iscriverti a gruppi inerenti il tuo settore, lì sicuramente troverai molti profili da cui trarre beneficio.

TIP: quando dico “del tuo settore”, intendo che se ti occupi di Digital Marketing per avvocati, non devi iscriverti solo ai gruppi di Digital Marketing, ma principalmente ai gruppi di avvocati!

Una volta iscritto al gruppo partecipa attivamente alle discussioni, questo ti permetterà di entrare in contatto e farti notare da altri membri.

Commentare i post dei profili che ti interessano è un altro modo per farti notare.

Il fine ultimo per cui crei un profilo LinkedIn e per cui stai leggendo questa guida è ottenere conversazioni e relazioni professionali interessanti per il tuo business.

Per quanto riguarda le conversazioni ci sono due metodi: uno è il classico messaggiare con l’altro utente che è una tua connessione di primo livello, l’altro è quello di utilizzare i messaggi inMail.

Io ti consiglio, soprattutto se sei agli inizi, di non pensare agli InMail e concentrarti sull’aumentare i tuoi contatti LinkedIn in maniera costante e meticolosa, focalizzandoti principalmente su utenti con cui puoi stabilire una relazione win-win.

Questo non vuol dire diventare incredibilmente bacchettoni e selettivi, ricordati sempre che un collegamento all’apparenza inutile può sempre aiutarti a collegarti con un contatto a te sconosciuto, quindi non giudicare troppo in fretta e se un utente ti invia una richiesta di connessione in maniera garbata e professionale, valuta bene.

Gli strategie che puoi utilizzare per aumentare i contatti LinkedIn si possono dividere in due categorie: Inbound e Outbound.

Una strategia Inbound serve ad attrarre l’interesse verso il tuo profilo o il tuo lavoro.

Cercano di invogliare l’utente che visualizza il tuo profilo a seguirti e a fare in modo che sia lui stesso a chiederti di entrare nella sua rete di collegamenti.

Utilizzare questo tipo di strumenti e strategia senza dubbio richiede una buona profusione di impegno e risorse (non per forza economiche) ma può dare parecchie soddisfazioni.

Come metterla in pratica?

Crea guide di valore, spiega strategie, fai video tutorial, racconta la tua avventura imprenditoriale, apri un podcast.. aiuta gli altri e sii talmente bravo da non poter passare inosservato!

Le strategie di Outbound invece, sono tutte quelle tecniche in cui è palese il nostro interesse a fare entrare quella persona nei nostri contatti.

Niente giri di parole, si va dritti al punto.

Noti un profilo che ti colpisce? 

Invii subito un messaggio e chiedi di entrare a fare parte della tua rete di collegamenti.

In una strategia outbound puoi considerare di:

  • Inviare richieste di collegamento a tutte le email della tua posta elettronica
  • Inviare richieste di collegamento ad personam
    • Ad una persona conosciuta ad un evento off line
    • Dopo una telefonata di lavoro, una richiesta di preventivo da parte di un cliente o dopo una chiacchierata con un fornitore
    • Persona con la quale hai già avuto contatti su altri social
  • Inviare richieste ai colleghi di lavoro (ma se lo stai facendo perchè stai pensando di cambiare azienda.. stai attento )

“Ok, ma qual’è la migliore?”

Non esiste una strategia migliore, ma ti posso assicurare che la cosa migliore da fare è quella di applicare entrambe queste strategie!

TIPS: Se sei agli inizi, parti subito ad aumentare i tuoi contatti LinkedIn con l’invio di richieste di connessione a target!

In un secondo momento potrai beneficiarne quando inizierai a pubblicare contenuti.

Se invece hai già un buon numero di connessioni e vuoi iniziare a farti notare e dimostrare la tua expertise nel tuo settore, aumentare i contatti LinkedIn non sarà sufficiente, ma dovrai  dimostrare quello che sai e come puoi essere d’aiuto ai tuoi futuri Clienti grazie ai contenuti che pubblicherai sul tuo profilo.Contestualizza e personalizza, sia con i contenuti che andrai a pubblicare, sia con le richieste di connessione che andrai ad inviare.

Alla fine, pensaci.

Non è niente di particolarmente complicato.

Sono esattamente le stesse cose che funzionano offline, portate online grazie ad un social media professionale come LinkedIn.

Alla prossima,
Stefano

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Linkedin Advanced

Trova nuovi Clienti e incrementa le vendite dei tuoi servizi grazie a LinkedIn!